Normative, Leggi ed Ordinanze sulla NauticaAumento non comunicato del rimessaggio

In questa sezione è possibile inserire, chiedere e discutere su argomenti inerenti le leggi, le normative e le ordinanze in generale del mondo della Nautica
Rispondi

Autore del topic
hemmiot
utente registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: 21/03/2018, 19:00
Stato: Non connesso

Aumento non comunicato del rimessaggio

Messaggio da hemmiot » 21/03/2018, 22:05

Buona sera a tutti , chiedo il vostro autorevole parere o esperienza : ieri ho ricevuto la fattura del rimessaggio della mia barca per i prossimi 12 mesi . Senza avermi comunicato nulla il cantiere mi ha applicato un aumento del 12 % che tradotto in soldoni sono circa 400 euro . Ho deciso quindi di spostare la barca in un altro cantiere già dalla prossima settimana . Ho letto attentamente il contratto di rimessaggio e non c'è nulla riguardo aumenti e comunicazioni e nemmeno sui tempi e modi di disdetta del contratto . Secondo voi sono legittimamente autorizzato a mandare affan....il cantiere attuale senza pagare la fattura oppure rischio di dover comunque pagare la fattura già emessa per i prossimi 12 mesi ?
Grazie



Avatar utente

Beba91
utente registrato
Messaggi: 2033
Iscritto il: 09/06/2016, 11:26
2017 x 1
Grazie Inviati: 5 volte
Grazie Ricevuti: 3 volte
Stato: Non connesso

Aumento non comunicato del rimessaggio

Messaggio da Beba91 » 22/03/2018, 14:48

Ciao, io ti parlo del mio cantiere... Le comunicazione da me devono essere fatte 30 giorni prima che scada il contratto; però lo scorso anno che vi erano stati degli aumenti anche da me, il cantiere aveva mandato comunicazione a tutti i 'soci' dell'aumento dall'anno successivo cn largo anticipo, al fine di dar tempo ad uno di decidere sul da farsi.
Bisognerebbe leggere bene, tu hai già parlato con il tuo cantiere?
Attitude makes the difference

Avatar utente

Topomoto
Moderatore
Messaggi: 1352
Iscritto il: 09/06/2016, 12:21
2017 x 12018 x 1
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 5 volte
Stato: Non connesso

Aumento non comunicato del rimessaggio

Messaggio da Topomoto » 22/03/2018, 15:11

In caso di modifiche unilaterali del contratto, la facoltà di recesso è fatta salva dalla legge e deve avvenire senza spese aggiuntive. La modifica deve essere notificata sotto forma di 'proposta' almeno n gg. prima della scadenza e quindi dell'eventuale rinnovo (nel contratto bancario ad es. sono 30 gg.) Tu hai facoltà di non accettare la proposta e quindi di non rinnovare il contratto, spostando la barca alla scadenza del contratto in essere. Se la notifica avviene dopo la scadenza (o comunque non in tempo utile secondo il tipo di contratto) hai diritto al rinnovo senza modifiche. Se la notifica ti è stata fatta in tempo utile e tu hai fatto passare il tempo a tua disposizione senza recedere dal contratto (sempre nel bancario ad es. 60 gg. dalla notifica), la modifica unilaterale si intende accettata. La legge nulla dice sulla possibilità di mandare aff...o il titolare del rimessaggio :mrgreen
Michele

Rispondi

Torna a “Normative, Leggi ed Ordinanze sulla Nautica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite