Consigli, Informazioni e Opinioni su Barche, Motori etc, etc.Viaggiare in dislocante

Questa sezione è dedicata alle richieste di informazioni su barche a motore, gommoni, barche a vela, motori marini, carrelli e tutto quanto inerente il mondo della nautica, per un corretto orientamento all'acquisto.
Rispondi
Avatar utente

Autore del topic
svarzi
utente registrato
Messaggi: 47
Iscritto il: 20/04/2017, 11:51
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da svarzi » 07/01/2020, 10:19

Buongiorno e buon anno a tutti, non sono riuscito a trovare info su argomento che sto per trattare: viaggiare in dislocante con fly/open planante.
Quello che chiedo a voi gente più esperta, si può viaggiare in dislocante durante la notte tipo a 6/7kt? Può essere pericoloso? Io che provengono dalla vela, non mi sono mai posto il problema, ora con scafo planante , me lo pongo.
E i morire, ne soffrono? Io vedo i pescherecci che fanno la trainato, viaggiano per ore in quella maniera senza problemi, ma noi?
Buona giornata



Avatar utente

Gnagnolo
Amministratore
Messaggi: 2462
Iscritto il: 08/06/2016, 20:13
2017 x 12018 x 12019 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Connesso

Re: Viaggiare in dislocante

Messaggio da Gnagnolo » 07/01/2020, 12:56

Dal punto di vista dinamico l’unico problema può essere con mare formato dove uno scafo planante non si governa bene in dislocamento, ma in condizioni buone si va piano e in sicurezza come con la vela.
Sui motori però ho parecchi dubbi: se un aspirato può mantenere bassi regimi per lunghi periodi, lo stesso non vale per un sovralimentato dove la turbina deve girare e sfogare per mantenersi pulita... su una planante i motori sono dimensionati per far planare una barca e se navighi molto a bassi giri secondo me avresti bisogno ogni tanto di dare una tirata
Giorgio

Avatar utente

Sumo
utente registrato
Messaggi: 499
Iscritto il: 09/06/2016, 21:59
2017 x 1
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da Sumo » 07/01/2020, 13:02

Ciao, anche io comincio ad amare il fatto di andare "piano"
ne parlavo proprio 2 giorni fa con un mio amico dove dicevo che la prossima stagione voglio fare i tragitti per ponza (38 mn da Nettuno) dislocato, della serie che me la voglio prendere comoda e godermi il viaggio, ovviamente con 2 canne a traina :DD
io penso non ci sia alcun tipo di problema anzi
ho letto un articolo che invito tutti a leggerlo dove con un DC10 sono partiti da Palma di Maiorca e sono arrivati a capo verde quasi sempre dislocati per risparmiare il carburante.
https://w*ww.barcheamotore.com/come-fare-800-miglia-in-atlantico-con-un-dellapasqua-di-11-metri/

:ciao

Avatar utente

vimoni
utente registrato
Messaggi: 237
Iscritto il: 26/02/2019, 20:42
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da vimoni » 07/01/2020, 13:57

non ci sono problemi, qui noi abbiamo molti canali e quindi assolutamente dislocante,
viaggiare di notte è molto bello, chiaramente è consigliato un radar, il problema può essere comunque di trovare relitti affioranti o tronchi, che comunque in dislocante vengono di solito deviati dalla carena senza fare danno.

Avatar utente

Autore del topic
svarzi
utente registrato
Messaggi: 47
Iscritto il: 20/04/2017, 11:51
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da svarzi » 07/01/2020, 14:56

vimoni ha scritto:
07/01/2020, 13:57
non ci sono problemi, qui noi abbiamo molti canali e quindi assolutamente dislocante,
viaggiare di notte è molto bello, chiaramente è consigliato un radar, il problema può essere comunque di trovare relitti affioranti o tronchi, che comunque in dislocante vengono di solito deviati dalla carena senza fare danno.
[
oddio, sicuro? non è una vela che pesca di più e che comunque ha un bulbo che protegge elica e timone.

Avatar utente

Gugu03
Moderatore
Messaggi: 981
Iscritto il: 09/06/2016, 11:53
2017 x 12018 x 12019 x 1
Grazie Ricevuti: 3 volte
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da Gugu03 » 07/01/2020, 15:37

Sumo ha scritto:
07/01/2020, 13:02
Ciao, anche io comincio ad amare il fatto di andare "piano"
ne parlavo proprio 2 giorni fa con un mio amico dove dicevo che la prossima stagione voglio fare i tragitti per ponza (38 mn da Nettuno) dislocato, della serie che me la voglio prendere comoda e godermi il viaggio, ovviamente con 2 canne a traina :DD
io penso non ci sia alcun tipo di problema anzi
ho letto un articolo che invito tutti a leggerlo dove con un DC10 sono partiti da Palma di Maiorca e sono arrivati a capo verde quasi sempre dislocati per risparmiare il carburante.
https://www.barcheamotore.com/come-fare ... -11-metri/

:ciao
[
bella storia :ok
irrimediabilmente ammorbato

Avatar utente

Gnagnolo
Amministratore
Messaggi: 2462
Iscritto il: 08/06/2016, 20:13
2017 x 12018 x 12019 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da Gnagnolo » 07/01/2020, 15:37

svarzi ha scritto:
oddio, sicuro? non è una vela che pesca di più e che comunque ha un bulbo che protegge elica e timone.
A 6-7 nodi un ostacolo galleggiante generalmente viene spostato dallo scafo, alla peggio qualche graffietto sul gelcoat. Poi ovviamente dipende da cosa si urta e dalla sfiga...Immagine
Giorgio

Avatar utente

Topomoto
Moderatore
Messaggi: 1552
Iscritto il: 09/06/2016, 12:21
2017 x 12018 x 1
Grazie Inviati: 2 volte
Grazie Ricevuti: 9 volte
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da Topomoto » 07/01/2020, 16:47

Sumo ha scritto:
07/01/2020, 13:02
Ciao, anche io comincio ad amare il fatto di andare "piano"
ne parlavo proprio 2 giorni fa con un mio amico dove dicevo che la prossima stagione voglio fare i tragitti per ponza (38 mn da Nettuno) dislocato, della serie che me la voglio prendere comoda e godermi il viaggio, ovviamente con 2 canne a traina :DD
io penso non ci sia alcun tipo di problema anzi
ho letto un articolo che invito tutti a leggerlo dove con un DC10 sono partiti da Palma di Maiorca e sono arrivati a capo verde quasi sempre dislocati per risparmiare il carburante.
https://www.barcheamotore.com/come-fare ... -11-metri/

:ciao
[
Veramente una bella storia...ti fa venire voglia di provare :mrgreen
Per quanto riguarda il quesito, non credo ci siano troppi problemi (parliamo sempre di linea d'asse e motori senza volumetrici). Sulla stabilità invece, in caso di mare al traverso, non sarebbe esattamente una passeggiata di salute...
Michele

Avatar utente

vimoni
utente registrato
Messaggi: 237
Iscritto il: 26/02/2019, 20:42
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da vimoni » 07/01/2020, 19:05

svarzi ha scritto:
07/01/2020, 14:56
vimoni ha scritto:
07/01/2020, 13:57
non ci sono problemi, qui noi abbiamo molti canali e quindi assolutamente dislocante,
viaggiare di notte è molto bello, chiaramente è consigliato un radar, il problema può essere comunque di trovare relitti affioranti o tronchi, che comunque in dislocante vengono di solito deviati dalla carena senza fare danno.
[
oddio, sicuro? non è una vela che pesca di più e che comunque ha un bulbo che protegge elica e timone.
[

se arrivano sulle eliche non c'è molto da fare,
però tronchi affioranti a 8/10 nodi di solito vengono spostati dalla prima onda di chiglia quindi essendo galleggianti non li prendi nell'elica. cosa diversa se invece sono tronchi con rami o semisommersi, ma lì non li vedresti in ogni caso nemmeno di giorno

Avatar utente

Autore del topic
svarzi
utente registrato
Messaggi: 47
Iscritto il: 20/04/2017, 11:51
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da svarzi » 08/01/2020, 8:58

È quella la
Mia paura

Avatar utente

NanShan
utente registrato
Messaggi: 152
Iscritto il: 08/01/2017, 10:10
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da NanShan » 08/01/2020, 14:55

io navigo quasi sempre in dislocamento a 6/6.5 kts, eccezion fatta per le mini-traversate liguria/corsica dove "semi-plano" a 16/17 kts
faccio circa 1.000 Nm/anno di cui circa 200/250 in semi-planata

non mi pongo problemi che si rovini il motore, al massimo a motore ben caldo faccio molto saltuariamente delle planate di 5 minuti

a me piace navigare così, dislocato con autopilota.
recentemente, causa finestra meteo limitata e distributori chiusi in orari a me utili (era fuori stagione) mi è capitato di fare una notturna di rientro dal sud corsica. esperienza sempre spettacolare.

personalmente, ritengo molto più rischioso e probabile colpire qualcosa mentre si naviga a 25 nodi di giorno che non a 6 nodi di notte.
basta un minimo di increspatura, un oggetto semi-sommerso che diventa visibile a pochi metri... ti voglio vedere a evitarlo mentre navighi a 25 nodi.

poi per carità, tutto può succedere e si fanno i debiti scongiuri... "zero rischi" non esiste, soprattutto in mare

PS: con un radar non vedrai mai un legno galleggiante/semi-sommerso

Avatar utente

mircogiomi
utente registrato
Messaggi: 105
Iscritto il: 12/06/2016, 12:09
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 2 volte
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da mircogiomi » 08/01/2020, 23:23

NanShan ha scritto:
08/01/2020, 14:55

personalmente, ritengo molto più rischioso e probabile colpire qualcosa mentre si naviga a 25 nodi di giorno che non a 6 nodi di notte.
basta un minimo di increspatura, un oggetto semi-sommerso che diventa visibile a pochi metri... ti voglio vedere a evitarlo mentre navighi a 25 nodi.

[
La scorsa estate stavo rientrando da Porto Azzurro e di solito, nel canale di Piombino, viaggio tra i 25 ed i 30 nodi per togliermi di mezzo al più presto ed evitare di beccare le onde anomale de "il giallone". Avete presente quel coso giallo della Corsica Ferries lungo 100 metri che viaggia a 27 nodi di crociera? :facepalm (Acquastrada TMV 103).

Fatto sta che quel giorno s'era stanchi e non avevo voglia di tirare e mi ricordo che facevo poco più di 20 nodi. Giornata eccezionale, non un alito di vento, un sole splendido, un mare piatto di un blu trasparente incredibile. Ad un certo punto -grazie al cielo non tolgo mai lo sguardo dal pezzo di mare davanti alla barca- scorgo una macchia scura sotto il pelo dell'acqua che a quel punto era a 10 metri dal musone.

Tolgo manetta e viro di colpo a sinistra e vedo sfilare sulla destra, a mezzo metro dal mascone, una delle cose più belle che abbia mai visto in mare.

Era una tartaruga adulta, enorme, appena sotto il pelo dell'acqua che, illuminata dal sole e a contrasto con il blu del mare, sembrava uno scrigno pieno di gioielli :boh

Un fermo immagine forse di mezzo secondo ma che ho stampato in testa indelebile.

Stupenda, una cosa da togliere il fiato. :perd

Se non l'avessi vista in tempo l'avrei presa piena, forse uccidendola sul colpo o ferendola a morte con le eliche e probabilmente avrei avuto grosse noie alla carena o alle eliche ed ai piedi.

E' stato un colpo di culo, per noi e per lei ed ogni volta che esco in mare (per forza di cose in planata), penso sempre al bellissimo Grand Banks che ho vicino alla mia che se ne va cacchio cacchio in c..o al mondo a 8 nodi forte dei suoi Perkins celesti da 135 cv.

Mi piace correre ma ho voglia di relax :muro
Mirco

navigo su "Wlady" - Ilver Thesi 32 - 2 x Volvo Penta AD41 + Duo Prop 290.

Avatar utente

vimoni
utente registrato
Messaggi: 237
Iscritto il: 26/02/2019, 20:42
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Viaggiare in dislocante

Messaggio da vimoni » 09/01/2020, 10:45

mircogiomi ha scritto:
08/01/2020, 23:23
NanShan ha scritto:
08/01/2020, 14:55

personalmente, ritengo molto più rischioso e probabile colpire qualcosa mentre si naviga a 25 nodi di giorno che non a 6 nodi di notte.
basta un minimo di increspatura, un oggetto semi-sommerso che diventa visibile a pochi metri... ti voglio vedere a evitarlo mentre navighi a 25 nodi.

[
La scorsa estate stavo rientrando da Porto Azzurro e di solito, nel canale di Piombino, viaggio tra i 25 ed i 30 nodi per togliermi di mezzo al più presto ed evitare di beccare le onde anomale de "il giallone". Avete presente quel coso giallo della Corsica Ferries lungo 100 metri che viaggia a 27 nodi di crociera? :facepalm (Acquastrada TMV 103).

Fatto sta che quel giorno s'era stanchi e non avevo voglia di tirare e mi ricordo che facevo poco più di 20 nodi. Giornata eccezionale, non un alito di vento, un sole splendido, un mare piatto di un blu trasparente incredibile. Ad un certo punto -grazie al cielo non tolgo mai lo sguardo dal pezzo di mare davanti alla barca- scorgo una macchia scura sotto il pelo dell'acqua che a quel punto era a 10 metri dal musone.

Tolgo manetta e viro di colpo a sinistra e vedo sfilare sulla destra, a mezzo metro dal mascone, una delle cose più belle che abbia mai visto in mare.

Era una tartaruga adulta, enorme, appena sotto il pelo dell'acqua che, illuminata dal sole e a contrasto con il blu del mare, sembrava uno scrigno pieno di gioielli :boh

Un fermo immagine forse di mezzo secondo ma che ho stampato in testa indelebile.

Stupenda, una cosa da togliere il fiato. :perd

Se non l'avessi vista in tempo l'avrei presa piena, forse uccidendola sul colpo o ferendola a morte con le eliche e probabilmente avrei avuto grosse noie alla carena o alle eliche ed ai piedi.

E' stato un colpo di culo, per noi e per lei ed ogni volta che esco in mare (per forza di cose in planata), penso sempre al bellissimo Grand Banks che ho vicino alla mia che se ne va cacchio cacchio in c..o al mondo a 8 nodi forte dei suoi Perkins celesti da 135 cv.

Mi piace correre ma ho voglia di relax :muro
[
in effetti di tartarughe qui ne vediamo alcune in alto adriatico, diciamo che negli ultimi 10 anni ne avrò viste una decina, e sono sempre pericolose perchè le vedi all'ultimo momento. per fortuna non mi è mai capitato di prenderle sulle eliche. l'anno scorso una era spiaggia morta con evidenti segni di eliche quindi vuol dire che è possible prenderle

Rispondi

Torna a “Consigli, Informazioni e Opinioni su Barche, Motori etc, etc.”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti