Chi più ne ha, più ne metta....Vajont 1963

...perchè non si parla sempre e solo di Nautica.
Rispondi
Avatar utente

Autore del topic
Luigi1968
utente registrato
Messaggi: 3500
Iscritto il: 08/06/2016, 20:36
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Luigi1968 » 09/10/2016, 10:35

Ormai sono passati 53 anni dal disastro del Vajont e come ogni anno il 9 ottobre qui ogni attività è chiusa per lutto cittadino.
Una catastrofe ancora sentita, ancora viva negli occhi di chi l'ha vissuta, come fosse ancora il .... 9 ottobre del 1963.
In memoria delle vittime e dei superstiti posto questo contributo in segno anche di rispetto per tutti i miei compaesani.



phpBB [video]


... prima ...
_MG_3559.JPG
... dopo ...
tragedia-del-vajont-foto-d.jpg
... prima ....
DSC0340.jpg
... dopo ...
vajont016-1000x600.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


... tu non navighi dove navigo io ...

Avatar utente

ilbarcarolo
Amministratore
Messaggi: 2658
Iscritto il: 08/06/2016, 20:22
2017 x 12018 x 1
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 3 volte
Stato: Non connesso

Re: Vajont 1963

Messaggio da ilbarcarolo » 10/10/2016, 8:49

Bravo luigi, dobbiamo tenere viva la memoria di dove può portare la nostra incapacità di gestire la natura, che è il nostro bene più prezioso.

Inviato dal mio Franciphone
Francesco

Benvenuti sul forum !

Avatar utente

Autore del topic
Luigi1968
utente registrato
Messaggi: 3500
Iscritto il: 08/06/2016, 20:36
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Luigi1968 » 10/10/2016, 10:21

nessuno ne parlava fino a 19 anni fa ( 1997 ) quando venne Paolini a scuotere le memorie.

Prima ....

1963_vajont_30a.jpg

dopo ....

1963_vajont_30b.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
... tu non navighi dove navigo io ...

Avatar utente

Cagnaro-57
utente registrato
Messaggi: 418
Iscritto il: 09/06/2016, 16:06
Grazie Inviati: 2 volte
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Cagnaro-57 » 10/10/2016, 11:26

Avevo sei anni e mi ricordo la tragedia nei vari notiziari come fosse ora...mi ricordo lo sgomento di mia madre
che era friulana e quindi vicina all'alto Veneto...mi ricordo quando nel corso degli anni al ritorno dalle varie settimane
bianche passavamo sempre a portare un fiore...i brividi...le lacrime...
Max

Avatar utente

mircogiomi
utente registrato
Messaggi: 59
Iscritto il: 12/06/2016, 12:09
Grazie Ricevuti: 2 volte
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da mircogiomi » 10/10/2016, 15:23

Ho visto lo spettacolo di Paolini decine di volte. Sono rimasto così colpito dalla dimensione dell'evento che ancora oggi mi ritrovo a cercare di immaginare cosa possa essere successo in realtà.

Ci sono state forze in gioco che, la mia pur fervida immaginazione, non riesce ancora a mettere a fuoco.

Mi sono ripromesso di venire in pellegrinaggio quanto prima.
Mirco

navigo su "Wlady" - Ilver Thesi 32 - 2 x Volvo Penta AD41 + Duo Prop 290.

Avatar utente

Autore del topic
Luigi1968
utente registrato
Messaggi: 3500
Iscritto il: 08/06/2016, 20:36
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Re: Vajont 1963

Messaggio da Luigi1968 » 10/10/2016, 21:02

Quando vieni fammi un fischio ... ti faccio da guida GRATIS
Il mio numero di tel lo trovi nel mio profilo


Inviato con il mio Gigiphone
... tu non navighi dove navigo io ...


Dolcenera
utente registrato
Messaggi: 38
Iscritto il: 20/06/2016, 9:20
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Dolcenera » 14/10/2016, 10:21

Io mi sono cominciato ad interessare al Vajont già prima dello spettacolo di Paolini, intorno ai primi anni '80, quando le informazioni sulla faccenda erano (volutamente, IMHO) fumose e vaghe ... troppo lontano l'evento, troppi gli interessi di troppi a metter tutto a tacere, poco o nulla quel che era rimasto.

I miei avevano amici e conoscenti a Longarone, persi tutti in quella tragica notte.

Di giri in zona ne ho fatti parecchi e ricerche pure, ma senza saper bene cosa cercare e cosa capire.

Paolini ha acceso molti riflettori sui punti più oscuri che grazie al cielo ancora oggi non si sono spenti.

Purtroppo c'è chi poi ne ha approfittato per trasformare il teatro della tragedia in un palcoscenico permanente.

Andare su alla diga oggi è come entrare al LUNA PARK o a Venezia... souvenir, panini, parcheggio a pagamento, gita guidata sul coronamento molto salata e con spiegazioni alquanto banali... nulla a che vedere col silenzio e il pathos che si provava negli anni '80 davanti a quel calcestruzzo sbrindellato coi tondini di fuori guardandolo attraverso quel portone chiuso di accesso al nulla, circondati dalle foto delle vittime che ti guardavano...

Capisco che poter trarre almeno un reddito postumo dalla tragedia per i residenti sia legittimo, però così IMHO si rischia di svalutare la portata emotiva dell'evento e ridurlo ad un fenomeno da baraccone.

il sopralluogo recente che ricordo con maggior piacere è quello al Bosco vecchio, con i suoi alberi inclinati o rovesciati e nonostante ciò vivi e vitali a dare un segno di continuità...

Avatar utente

Vale72
utente registrato
Messaggi: 877
Iscritto il: 09/06/2016, 20:36
2017 x 1
Stato: Non connesso

Re: Vajont 1963

Messaggio da Vale72 » 18/04/2017, 21:42

Condivido in toto quello che hai detto, Dolcenera...
Non so come sia la preparazione della guide, ma spero che almeno tentino di infondere in chi visita il luogo la sacralità dello stesso...

Inviato dal mio ASUS_Z00ED utilizzando Tapatalk


Avatar utente

Autore del topic
Luigi1968
utente registrato
Messaggi: 3500
Iscritto il: 08/06/2016, 20:36
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Luigi1968 » 09/10/2018, 22:50

Qui tutto si ferma

Centinaia di candele a formare una croce, su quel che resta del bacino.
La storia si ripete ogni anno da ormai 55 anni
Ottobre 1963
h 22:39
Si alza una brezza inconsueta da queste parti, gli occhi rivolti alla diga che ormai erano settimane che di lei faceva parlare, lo zio di mia moglie era di turno, la notte appunto
"rimani a casa questa notte " gli diceva suo fratello ( mio suocero ) , lui, uomo di montagna che neanche il diluvio universale lo avrebbe fermato, lui orgoglioso di essere l'uomo destinato al controllo della diga per la salvaguardia di un paese intero, non ascoltò il consiglio del fratello .... Poi .... Milioni di metri cubi di acqua, rocce, alberi e detriti di ogni genere cancellano da ogni mappa 7 comuni e con loro quell'uomo generoso che a discapito dell'incombente pericolo, andò a lavorare.
Più di 2000 vittime
La memoria va a loro e un caloroso abbraccio ai sopravvissuti.


RIP
IMG_20181009_221806.jpeg
IMG_20181009_223420.jpeg
Inviato dal mio CLT-L09 utilizzando Tapatalk
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
... tu non navighi dove navigo io ...

Avatar utente

Mayol1965
utente registrato
Messaggi: 393
Iscritto il: 18/07/2016, 14:35
Grazie Ricevuti: 2 volte
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Mayol1965 » 10/10/2018, 16:26

Una tragedia immane che attesta l'incapacita' dell'uomo di controllare i fenomeni naturali ...
Marco

Avatar utente

Gugu03
Moderatore
Messaggi: 746
Iscritto il: 09/06/2016, 11:53
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Gugu03 » 10/10/2018, 16:29

mi unisco al pensiero di questa immane tragedia
in fase di concertazione

Avatar utente

Franz-One
utente registrato
Messaggi: 34
Iscritto il: 14/09/2018, 17:57
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Franz-One » 10/10/2018, 16:59

Mayol1965 ha scritto:
10/10/2018, 16:26
Una tragedia immane che attesta l'incapacita' dell'uomo di controllare i fenomeni naturali ...

Più che altro attesta che l'uomo mette davanti i suoi interessi economici alla sicurezza.... :nonono :boh


Basta vedere il disastro di Genova e di tutti i ponti/viadotti crollati negli ultimi anni in Italia.
Franz-One

Avatar utente

Mayol1965
utente registrato
Messaggi: 393
Iscritto il: 18/07/2016, 14:35
Grazie Ricevuti: 2 volte
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Mayol1965 » 10/10/2018, 17:17

Franz-One ha scritto:
10/10/2018, 16:59
Più che altro attesta che l'uomo mette davanti i suoi interessi economici alla sicurezza....
La tragedia del Vajont non e' stata dovuta a sacrificare sicurezza per interessi economici, quanto piuttosto ad un'errato calcolo di presunzione di saper gestire e controllare lo slittamento a valle ( ovvero verso la diga ), di parte della montagna. Infatti, erano convinti che la max altezza di onda che avrebbe creato l'impatto sarebbe stata di non piu' di 21 metri, invece ha superato di 200 metri della diga stessa !
Qui non si tratta di avere usato materiali scadenti o risparmio nella manodopera, si tratta di avere sottovalutato la natura stessa ed in particolare il sottosuolo argilloso di cui ne ignoravano l'esistenza nei profondi strati.
L'errore fatto dal punto di vista sicurezza, e' stato amio avviso di non avere messo a conoscenza della popolazione del posto di questo slittamento volontario che andavano a creare e del potenziale rischio che si correva.
Marco

Avatar utente

Franz-One
utente registrato
Messaggi: 34
Iscritto il: 14/09/2018, 17:57
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Franz-One » 10/10/2018, 18:54

Mi pareva di aver letto e visto in documentari in TV che certe "valutazioni tecniche" erano state "addolcite" proprio perché i costi di realizzazione sarebbero stati improponibili. Alcuni tecnici però avevano avvisato dei rischi ma non sono stati ascoltati.

Non è andata così?
Franz-One

Avatar utente

Vale72
utente registrato
Messaggi: 877
Iscritto il: 09/06/2016, 20:36
2017 x 1
Stato: Non connesso

Re: Vajont 1963

Messaggio da Vale72 » 10/10/2018, 20:05

Consiglio di rivedere lo spettacolo teatrale di Paolini, molto aderente alla realtà. Si trova su YouTube.
L'unica osservazione importante che gli si può muovere è relativa al fatto che non c'era stata nessuna corsa da parte della Sade per consegnare l'impianto collaudato all'Enel, poiché la Sade era già stata assorbita dall'Enel stessa...
Non c'è stata nessuna "sete di denaro" in quel che è successo, ma solo tanta sciatteria, unita a burocrazia e incompetenza.
Forse così è ancora peggio...

Inviato dal mio moto g(6) plus utilizzando Tapatalk


Avatar utente

Franz-One
utente registrato
Messaggi: 34
Iscritto il: 14/09/2018, 17:57
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da Franz-One » 11/10/2018, 16:36

Vale72 ha scritto:
10/10/2018, 20:05
Consiglio di rivedere lo spettacolo teatrale di Paolini, molto aderente alla realtà.
Questo era una delle cose che avevo visto.
Non c'è stata nessuna "sete di denaro" in quel che è successo, ma solo tanta sciatteria, unita a burocrazia e incompetenza.
Forse così è ancora peggio...
Allora ricordavo male.

Forse perché siamo talmente abituati alla corruzione nei lavori pubblici.....
Franz-One

Avatar utente

AndreaEos
utente registrato
Messaggi: 288
Iscritto il: 09/06/2016, 15:03
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da AndreaEos » 14/10/2018, 20:41

Franz ricordi bene..
Enel se sapeva di tutti i problemi della diga e dei probabili rischi, non avrebbe mai comprato da Sade...come sempre solo motivi di denaro a discapito di un sacco di povera gente..ascoltatevi Corona, non più tardi di martedì su cartabianca con la Berlinguer :
“ "Il Vajont è stata una tragedia costruita dall'uomo. È stato privilegiato l'interesse economico rispetto alla sicurezza delle persone" Mauro Corona
Ciao
Andrea

Avatar utente

Autore del topic
Luigi1968
utente registrato
Messaggi: 3500
Iscritto il: 08/06/2016, 20:36
2017 x 12018 x 1
Grazie Ricevuti: 1 volta
Stato: Non connesso

Re: Vajont 1963

Messaggio da Luigi1968 » ieri, 20:36

ImmagineImmagine
Qualche anno fa Immagine
FB_IMG_1539628545448.jpeg
Inviato dal mio CLT-L09 utilizzando Tapatalk

Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
... tu non navighi dove navigo io ...

Avatar utente

AndreaEos
utente registrato
Messaggi: 288
Iscritto il: 09/06/2016, 15:03
Stato: Non connesso

Vajont 1963

Messaggio da AndreaEos » ieri, 21:47

Tu sei quello a dx? :roll :boh ...
Ciao
Andrea

Rispondi

Torna a “Chi più ne ha, più ne metta....”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ahrefs [bot], Google [Bot] e 1 ospite